total_views = 3754

La Credenza di Merlino

Il magico mondo del gusto

Nuovi Giudici per il programma Cuochi e Fiamme, sembra una caduta di “stile”

  • Home
  • Varie
  • Nuovi Giudici per il programma Cuochi e Fiamme, sembra una caduta di “stile”

Cuochi e fiamme giudici

Eccoli i nuovi giudici del programma su LA7 condotto dallo chef Simone Rugiati..il programma ha tutti gli ingredienti giusti per essere un Format di successo, il presentatore simpatico e dinamico (Simone Rugiati), la regia sempre attenta alle corrette inquadrature, inoltre i tempi del programma essendo serrati, creano ai partecipanti quel che si definisce il giusto pepe al c…, poi la suddivisione delle diverse prove caratterizzate da diversi obiettivi da raggiungere è intrigante, infatti abbiamo la prova di abilità, di manualità e creatività che offrono diversi spunti allo spettatore.
E poi la giuria, con le sue valutazioni sempre puntuali e competenti…sì…insomma…qualcuno potrebbe dirmi che dipende dai giudici ed io sarei perfettamente daccordo.
Perchè se nella passata edizione i giurati avevano una storia, qualcosa da raccontare e un buon equilibrio tra loro..non si può dire lo stesso della formazione attuale…


Ma analizziamo i giurati della precedente stagione di Cuochi e Fiamme :

cuochi-e-fiamme-vecchi giudici

Iniziamo da Chiara Maci : Food blogger e cuoca sperimentale, riusciva a dire la sua con semplicità e moderata freddezza, se poteva aveva sempre una parola buona per i concorrenti, anche se talvolta i piatti che venivano presentati erano a dir poco discutibili…

Il galantuomo della tavola era Riccardo Rossi, attore comico con spiccato accento Romano, che con il suo Sarcasmo ed i suoi modi talvolta un pò “ciociari” sapeva strappare un sorriso persino al più immusonito dei concorrenti ed anche se come competenza in cucina non andava oltre il guanciale della carbonara, sapeva valorizzare ed apprezzare alcuni piatti come quelli cosiddetti “di panza e di sostanza”.

Ed infine c’era l’inimitabile Fiammetta Fadda, un pozzo di conoscenza e cultura enogastronomica, con la sua eleganza riportava ordine e serietà nei momenti in cui si perdeva un pò l’attenzione, ricordando implicitamente lo scopo per cui lei e i suoi colleghi si trovavano lì, ossia per giudicare.
Ironica e talvolta provocatoria, cercava di non far pesare mai la differenza di “sapere” rispetto ai suoi colleghi, cercava invece un approccio umile che la rendeva misteriosa, chic ed adorabile allo stesso tempo.

I nuovi giudici invece chi sono? E perchè la produzione del programma ha voluto fare una scelta così sbagliata drastica cambiando radicalmente la vecchia giuria?

Bè certo…è ovvio…visto il successo del programma e visto che probabilmente le prove si faranno più dure ci sarà sicuramente la necessità di avere giudici più competenti e che sappiano coinvolgere maggiormente il pubblico…ed infatti ecco i nuovi giudici :

- Valentina Scarnecchia: La figliastra del padrino del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo. Sposata con il titolare di un locale Ligure, ora a qualche malalingua verrebbe da pensare che come giudice sarebbe più indicato lui..
Anche se lei diciamolo, è un bel vedere.. e come si dice… buca decisamente lo schermo, speriamo solo che non faccia buca come giudice..

- Michele La Ginestra:…..Ma chi è??? A parte gli scherzi, ma cosa ci fà in un programma di cucina? Qualche malalingua direbbe anche cosa ci fà a teatro ed in televisione ma sorvoliamo…La sua comicità ed ironia ricorda un pò le freddure che ti raccontavano i nonni che poi si incaxxavano perchè non ridevi alla battuta anche se in realtà non la capivano neanche loro (infatti poi eri tu che dovevi spiegargliele…)
Il fatto di aver girato uno Spot vestito da cuoco, non credo gli dia il diritto di fare valutazioni adeguate, (anche perchè nello spot per lui conta solo la pasta…)

- Tiziana Stefanelli: Vincitrice della 2° edizione di Masterchef, la sua puntigliosità sfocia talvolta in arroganza gratuita, fatica a concedere un sorriso ed il suo atteggiamento ricorda quello delle pin up di hollywood, (le ricorda.. da lontano però).
Di certo non riesce a nascondere la sua saccenza ed il fatto che sia una “buona forchetta” (basta guardarla),
ma basta tutto questo per prendere il posto di un critico della levatura di Fiammetta Fadda?

Insomma, tra i tanti Format di cucina che passano ormai in televisione per massaie di ogni tipo, pensavo che il Format del frizzante Simone Rugiati potesse essere un’alternativa che andava nella direzione giusta…ma purtroppo come in molte cose di questa nostra epoca, la gara della qualità è al ribasso..

Io mi fermo dall’esprimere ulteriori giudizi…
…ma loro saranno in grado di esprimere i loro ???

Share Button

Tags:

Ermanno Merlino

Su

Food & Beverage Quality Blogger_La qualità è semplice...sono le persone ad essere complicate!

One Response

  1. Ricky says

    Io da quando c’è la nuova giuria non lo guardo più..era impossibile..mi vedo le repliche della vecchia stagione!

SCRIVI UN COMMENTO


*
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.L’autore dichiara di non essere responsabile per i contenuti forniti da terzi e per le citazioni esterne in esso contenute.
Directory powered by Business Directory Plugin